Instagram Tutorial: Come modifico le mie foto (Parte II)


E D I T I N G  F O T O G R A F I C O


Ciao ragazzi!
Eccomi finalmente con il mio secondo tutorial incentrato tutto sulle ultime modifiche. Dico secondo perché il primo è stato scritto quasi un anno fa e potete leggerlo proprio qui!

Prima di tutto, però, è molto importante per me ringraziarvi singolarmente per i messaggi ricevuti e l’entusiasmo nel richiedere un tutorial sull’editing delle mie foto: GRAZIE!

Inizio subito col dirvi che le applicazioni di cui già vi ho parlato nel primo tutorial sono sempre le stesse e non ho smesso di utilizzarle:

  • Lightroom
  • VscoCam
  • Afterlight

Con la differenza che, nel corso dell’anno, a queste se ne sono aggiunte altre due:

  • Snapseed
  • PicsArt*

*Quest’ultima è possibile scaricarla gratuitamente sul cellulare: in alternativa utilizzo Paint Shop Pro dal pc: è un programma di grafica con il quale sono cresciuta, si può dire, l’ho scoperto quando avevo appena quattordici anni e non me ne sono più separata (questo è il sito ufficiale per dargli un’occhiata).

P.S. Ricordo anche Unfold da utilizzare principalmente per abbellire le IG Stories: per intenderci, si tratta dell’app che consente di aggiungere bordi alla maniera della polaroid e scritte molto carine.

PREMESSA:

Mi preme sottolineare che questo tutorial si pone come obiettivo quello di specificare le applicazioni utilizzate e i passaggi effettuati per realizzare determinati effetti, ma il risultato della vostra fotografia dipenderà sempre e solo dall’immaginazione e dalla fantasia che avrete.

PICCOLO SEGRETO (fatene tesoro):

Tutte le volte in cui desiderate aggiungere al vostro scatto elementi che non ci sono (es. luci, nebbia, raggi) c’è un modo per realizzarli ed è questo: cercate su Google l’elemento che vi serve seguito dalla parola “texture“. Consiglio di scrivere le parole-chiave in inglese dal momento che avrete a disposizione una maggiore quantità di materiali (es. “Stars texture” “Night sky texture” “Lights texture”).

La texture, in grafica, è una superficie – uno sfondo quasi – che ci consente di applicarlo senza difficoltà alla foto che intendiamo modificare, per arricchirla.

Se prima d’ora non avete mai incontrato questo termine, è bene sapere che con ogni probabilità la texture avrà una base scura. Vi chiederete come fare a sovrapporla all’immagine che intendete modificare: ebbene, esiste un’impostazione nei programmi di editing che ci consente di far sparire in un istante lo sfondo nero e lasciare solo quello che ci serve: si trova nella sezione Mescola: tutto quello che dovete fare è selezionare l’opzione Schiarisci.

Questo per quanto riguarda le textures a sfondo nero, ma è possibile che vi venga in mente di fondere due foto totalmente diverse: a quel punto bisognerà armarsi di santa pazienza e cancellare attentamente con lo strumento Gomma gli elementi in più.

Se vi piace giocare con la grafica, questo è il posto giusto, ma se vi annoia non posso darvi buone notizie: non esistono risultati che si ottengano senza averci dedicato un po’ di tempo.


PRIMO ESEMPIO:

In questo caso sono state utilizzate due applicazioni: Snapseed per modificare le luci di base e VscoCam per la colorazione finale (il filtro utilizzato è sempre HB2 come vi ho scritto nel primo tutorial).

N.B. Per modificare al meglio la luminosità delle foto con l’utilizzo di Snapseed consiglio di dare un’occhiata anche a questo video-tutorial, che si è rivelato molto utile.

MODIFICARE CON SNAPSEED:

Strumenti – Calibra immagine: in questo modo vi troverete nella sezione in cui è possibile modificare Luminosità, Contrasto, Saturazione, Atmosfera, Alte luci, Ombre, Temperatura.

Scorrendo con il dito verso l’alto vi apparirà la lista con i parametri appena indicati: selezionatene uno alla volta e, portando il dito a destra (per aumentare) e a sinistra (per diminuire) regolate l’intensità.

Una volta eseguita quest’operazione, cliccate sulla spunta () in basso a destra.

Per continuare ad editare la vostra foto, sintonizzatevi sempre sulla sezione Strumenti.
Per effetti e filtri di Snapseed: Strumenti – Grana (i miei preferiti sono X03 e X04). Regolatene l’intensità sempre oscillando con il dito verso destra e sinistra: per un supporto video, ripeto, consiglio assolutamente questo tutorial: CLICCA QUI!

Una volta apportate le vostre modifiche → Esporta – Esporta

A questo punto, se non siete ancora soddisfatti del risultato, potete importare lo scatto in VscoCam e sbizzarrirvi con i filtri.


SECONDO ESEMPIO:

Foto scattata a Capri (Villa San Michele) domenica scorsa e condivisa ieri: una delle più richieste dal punto di vista dell’editing applicato, allora eccomi qui con la spiegazione.

  1. Innanzitutto ho utilizzato Lightroom per allineare la foto (va bene anche Snapseed con lo strumento Ruota, ma in questo caso preferisco Lightroom: Opzione Ritaglia – Raddrizza)
  2. Avevo intenzione di aggiungere lucine al soffitto, per creare un’atmosfera più calda e arricchire la foto, così – esattamente come ho spiegato all’inizio di questo articolo – mi sono collegata a Google ed ho cercato immagini con luci da giardino e textures di luci. Una volta scelta l’immagine/le immagini da sovrapporre all’originale mi sono spostata su PicsArt.
  3. Ho modificato la luminosità e i parametri con Snapseed (vedi l’esempio precedente per maggiori dettagli)
  4. Ho dato la colorazione finale giocando con i filtri di VscoCam.

N.B. Consiglio di modificare sempre prima l’immagine e applicare un filtro/colorazione soltanto alla fine.

COME UTILIZZARE PICSART:

PicsArt (cellulare) come anche Paint Shop Pro/Photoshop (pc) include le impostazioni utili a sovrapporre una o più immagini, a mescolarle e fonderle insieme.

  • Carica la foto che intendi modificare
  • Scorri il dito sulla barra delle impostazioni in basso e arriva alla voce Aggiungi foto
  • Seleziona la texture/immagine che intendi sovrapporre
  • Una volta aggiunta la seconda immagine, apparirà selezionata e in basso noterai nuove impostazioni. Vai su Mescola – Schiarisci
  • In alto troverai lo strumento Gomma/Pennello per cancellare le parti in eccesso o ripristinare quelle eliminate per sbaglio

Con PicsArt, soprattutto perché applicazione da cellulare e manuale, occorre un po’ di pratica. Non spazientitevi, vi assicuro che fatta l’abitudine l’amerete.


TERZO ESEMPIO:



La foto originale da me scattata al Parlamento di Budapest non prevede il riflesso nell’acqua.

Per quanto riguarda il procedimento, questo è esattamente lo stesso dell’esempio numero due.

IN ORDINE DI UTILIZZO:

  • Lightroom per allineare la foto
  • PicsArt
  • Snapseed per modificare i parametri generali
  • VscoCam per la colorazione finale


COME HAI CREATO IL RIFLESSO?

Con PicsArt.

  1. Ho caricato la foto originale nell’applicazione
  2. Scorrendo la barra delle impostazioni in basso, mi sono recata su Aggiungi foto
  3. Ho aggiunto nuovamente la stessa foto: trattandosi in questo caso di un riflesso non potevo fare altrimenti
  4. Ho capovolto la seconda foto, con una delle freccette laterali che consentono la rotazione dell’immagine
  5. Nella barra delle Impostazioni, la prima opzione è Opacità: l’ho abbassata per rendere l’effetto più realistico.

Se non siete soddisfatti del risultato, potete provare con lo strumento Mescola e giocare con le sue impostazioni.


Con quest’ultimo esempio termina il mio secondo tutorial.

Ovviamente mi sono attenuta ad applicazioni alla portata di tutti noi, ma so bene (sappiamo bene) che il mondo dell’editing può essere molto più complesso. Per programmi come Paint Shop Pro, Photoshop et similia, occorre acquistarli e dedicarvisi con anima e cuore.

Spero davvero che vi sia stato utile, credo di aver scritto tutto quello che desideravo dirvi: dall’inizio alla fine di questo articolo troverete sparse tutte le informazioni che ho potuto darvi nel massimo della sincerità e della condivisione.

Info&Altro: INSTAGRAM | FACEBOOK 

Vi mando un abbraccio grande,


Miriam 


You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *