Affinità elettive.


LA CONSISTENZA DELL’ANIMA.


Gira e rigira mi ritrovo sempre totalmente immersa nel mio mondo, diluita nelle emozioni e mescolata in un mare di sensazioni indescrivibili, a cui tento, in ogni modo, di dare un nome.

Così ieri sera ho avuto un’idea, più vicina ad una necessità che ad un’idea, ad essere sincera. La necessità di conoscere altri punti di vista, ricevere nuove illuminazioni per accendere finalmente altre intuizioni che so di avere da qualche parte.

Vi ho posto una domanda, vi ho chiesto di provare a darmi una definizione, e l’ho fatto qui, su Evangeline. Ho pensato che sarebbe stato bello scriverne un articolo, raccogliere le parole che voi stessi avete tirato fuori con cura, forse per dar voce ai vostri pensieri, forse per dare sollievo ad altri.

La domanda era questa: 

– Cosa pensi che sia l’anima?
– Hai mai pensato che alcune di queste siano destinate ad incontrarsi per poi riconoscersi?
– Di che colore immagini che sia la tua?


Le vostre risposte sono state una boccata d’aria fresca e vi ringrazio sinceramente per aver condiviso con me, e con tutti coloro che leggeranno, una piccola parte di anima. Ma ora smetto di perdermi in chiacchiere e inizio subito!


Federica Castello. «La mia anima vorrei che profumasse di gelsomino e di un albero di fichi il cui profumo ti arriva con il vento d’estate. Vorrei che sapesse di pane appena sfornato e che suonasse come la prima canzone di Battiato che mio padre mi cantava da piccola. Sono certa che le anime si riconoscono appena si incontrano, è come se nascessero per incontrarsi, combaciare e fondersi. Diventa la nostra seconda anima. La mia seconda anima emana calore, profuma di zagara, sa del migliore dolce mai inventato e suona come una canzone d’amore di Tenco ormai dimenticata.»

Nunù Della Pietra. «Io penso che l’anima sia il respiro del nostro cuore. Ho sempre pensato che al mondo siamo miliardi di anime e che prima o poi troveremo l’altra anima che ci completa. Un po’ come si fa con i puzzle quando cerchi il pezzo mancante. Io credo che la mia anima sia fatta con i colori del tramonto d’estate, quelli caldi e rassicuranti che a guardare il cielo pensi di essere un dipinto. E quella sensazione di beatitudine è la stessa che sentirai quando l’altra anima giungerà ai tuoi mignoli mentre sfilaccia il filo rosso del destino. Credo sia la sensazione più bella al mondo… quella di riuscire a toccare il respiro del cuore di un’altra persona.»

Ivan Chilovi. «L’anima è ciò che identifica una persona, tutti siamo fatti di muscoli, nervi e ossa, ma ciò che ci rende unici è la nostra anima che determina la nostra capacità di provare emozioni e sentimenti. Naturalmente come spiriti affini la nostra anima attira a sé altre anime compatibili, che saranno per noi gli amici, e i nostri confidenti e consiglieri, nonché compagni di vita. L’anima non ha colore, ma riflette il colore delle nostre emozioni.»

Giulia Tanzini. «Bella domanda…. cosa pensi sia l’anima… beh se penso all’anima, mi viene subito in mente la parola “gemella” (sarà per il mio inguaribile romanticismo), ma anima gemella si può intendere in molti modi. Sì, l’anima che ci completa, ma può essere un amico, un amante, la dolce metà. L’anima che ci completa, è quella che ci rende felici, che ci rende capaci di amare nonostante tutto, che ci fa stare bene. La leggenda del “filo rosso”, che ci porta ad incontrare l’anima gemella, appunto, qualsiasi essa sia…e ci porta a riconoscerla. Ho sempre pensato fosse una cosa più grande di noi. Io la mia anima la immagino variopinta, un’esplosione di colori in continuo mutamento.»

Daniele Imparato. «Io penso che l’anima sia la nostra umanità, ciò che ci fa essere delle persone e non degli animali, non dei mostri, ma non tutti ce l’hanno. Non so se esiste un’altra che ci completi, non credo all’anima gemella, credo che prima bisogna amare se stessi ed essere felici con se stessi, ma so che un’anima può salvarne un’altra dall’autodistruzione, di questo ne sono sicuro, perché c’è gente che da sola non riesce ad aiutarsi e salvarsi, come me. La mia credo che sia nera e bianca, oscurità e luce, a metà, una volta prevale una, un’altra l’altra.»

Alessandra Capraro. «Ti rispondo senza pensarci troppo, altrimenti finirei per razionalizzare in modo eccessivo. Non credo molto al destino. Penso che dobbiamo costruire il nostro cammino, con fatica e perseveranza. Ma credo anche che non possiamo controllare tutto e che talvolta le milioni di circostanze che ci girano attorno ci presentino occasioni straordinarie, persone straordinarie. Anime da toccare. Sto vivendo una sensazione simile in questo periodo. Non so se è stato un riconoscimento reciproco – probabilmente no -, ma per me è stato senz’altro un incontro fondamentale, arrivato nell’unico momento in cui serviva davvero. E se penso a questo, sento che la mia anima è davvero molto fortunata ed è senz’altro blu come il mare profondo.»

Anna Rasulo. «L’anima è quella parte più intima che fa parte di noi, è quella che mostriamo solo a chi veramente lo merita, per poi regalarla se è opportuno, ed è una cosa molto bella! Poi c’è lui: destino, coincidenze qualunque cosa sia. Se quella persona è destinata a esserci nella tua vita, così sarà! Basta amare e lasciarsi amare incondizionatamente. Il colore della mia anima? Rosa, decisamente Rosa.»

Marisett D’Alessandro. «Sentimenti, passioni, emozioni, gioie, dolori, sogni. Questa è l’anima. La mia a volte è grigia.»

Eleonora Lenci. «Più che attraverso un colore descriverei la mia anima con un ricordo d’infanzia, ovvero il profumo dell’asfalto bagnato durante un temporale estivo: quando lo respiro a pieni polmoni quell’odore riesce ad allontanare tutti i pensieri e a farmi sentire in pace con il mondo, come il cielo quando si rasserena dopo la pioggia. Credo alle anime destinate ad incontrarsi, perché la mia l’ho già trovata; la riconosci subito in un paio d’occhi in cui trovi tutto quello che hai sempre cercato ma soprattutto quello che non sapevi di stare cercando. La riconosci in un paio di braccia in cui ti senti a casa e in cui allo stesso tempo tremi perché sai che quell’anima è proprio Lei. E ti senti completo. Quel senso di pienezza, di totale appagamento, sono sensazioni così che te lo fanno capire.»

Valeria Canale. «L’anima… certo che esiste! Anche se spesso cerchiamo di ignorarla perché è difficile vivere con l’anima. Dove altri passano indifferenti ti fermi, e tra la gente tu non vedi folla ma uomini e donne con il loro carico di pene che il cuore sente, cosi come sente l’anima affine. La riconosce e subito si è certi di essere accolti e capiti, si riesce ad essere finalmente se stessi. La mia anima è azzurra, a volte blu, come il mare…»

Valentina Anedda. «La mia anima non ha colore, la mia anima la puoi percepire come una brezza fresca estiva, lieve, delicata. Solo nel momento in cui incontra la tua, beh, in quel preciso istante, esplode come un uragano, travolta dall’indissolubile passione che solo le nostre anime possono creare.»

Manuela Branciforti. «Per me l’anima è una via di mezzo tra qualcosa di astratto e concreto allo stesso tempo. È leggera ma piena, come un piccolo scrigno dentro noi stessi, dove miliardi di emozioni e sensazioni si intrecciano, e in fondo a questo scrigno ci sono le nostre caratteristiche principali, quelle che ci fanno essere quello che siamo. L’anima dovrebbe sempre essere leggera, e con leggera intendo spensierata, serena ma tante volte nella vita di ognuno di noi accadono delle cose che appesantiscono l’anima, che irrigidiscono il nostro cuore. Per questo bisognerebbe sempre curare la nostra anima, lei ci guida ma delle volte è così fragile… Siamo noi a nutrire la nostra anima; lei rispecchia tutto quello che noi stessi vediamo, facciamo, sentiamo, siamo. Sono convinta che delle anime siano particolarmente legate, e non lo sanno nemmeno, e questo è tanto fantastico quanto spaventoso, perché mi fa pensare a quanto immenso sia il mondo e a come sia possibile che dall’altra parte della terra ci possa essere qualcun altro che pensa e prova le nostre stesse cose. La mia anima la immagino di un giallino tenue, come quando appena svegli apriamo la finestra ed entra la luce in camera. Perché l’anima è così, si sveglia ogni giorno con noi, l’anima sente.»

Anna Bruno. «L’anima credo sia la cosa più bella che potessimo avere: con lei possiamo amare, ridere, osservare meravigliarci, insomma credo che senza anima la vita sarebbe decisamente più brutta e triste perdendoci tutte le cose meravigliose della vita! Credo anche che alcune anime siano destinate ad incontrarsi e riconoscersi e capire la tua anima non potrebbe appartenere a nessun altro. Se provo ad immaginare un colore pensando alla mia anima la immagino con i colori del arcobaleno con tutte le piccole sfumature e tonalità che regalano, capaci di meravigliarci sempre ogni volta che lo si vede!»

Giulia Lauria. «Io l’anima me la immagino come energia pura! Di che colore te la immagini questa energia? Io me li immagino tutti. Energia che pulsa, il nostro centro, la nostra vita… La stessa energia che muove l’universo! Io ci credo alle anime che si ri-incontrano (si incontrano di nuovo, perché per me la vita è eterna). Mamme e figli, amanti, amici… vita dopo vita a donarci amore, a spingerci a migliorare e ad evolverci.»


Ho finito, per ora. Anche se forse temi del genere sono fonte inesauribile di idee. Ringrazio coloro che leggeranno, che si immedesimeranno tanto da voler tirar fuori parole. Ma soprattutto ringrazio voi che mi avete dedicato un po’ del vostro tempo. Grazie per le parole, gli spunti, i profumi e le immagini che avete risvegliato in me.

Dal canto mio, non mi stancherò mai di parlarne, di “sensibilizzare all’anima” come mi ha scritto un amico, Biagio. Perché del mondo emozionale non ci si stanca, del bello non ci si può stancare!

P.S. Chiunque desideri dare voce ai propri pensieri può scrivermi qui. Qualora dovessero aggiungersi altre riflessioni, scriverò volentieri un altro articolo sullo stesso tema. Per quanto riguarda me, la mia risposta alla domanda che ho rivolto a voi, confido che arrivi presto!

Grazie a tutti!
Vi abbraccio,
Miriam

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *